NOVA ARS CANTANDI

 

Fondato nel 1998 da Giovanni Acciai, il Collegium vocale et instrumentale «Nova Ars Cantandi» è uno dei gruppi piú vivaci, originali e creativi, attivi sulla scena musicale contemporanea. Da oltre vent’anni, questo ensemble, formato da cantanti e strumentisti professionisti, è impegnato nella riscoperta e nella divulgazione di un repertorio rinascimentale e barocco sconosciuto. Attraverso un repertorio musicale sacro, che risuonava a Venezia, a Ferrara, a Roma, a Napoli, ai tempi del Caravaggio, del Bernini, del Guercino, del Reni, il gruppo esplora un universo di emozioni sonore di rara e intensa bellezza. Acclamato dalla critica specializzata (Riviste Musica, Amadeus, Classic Voice, Diapason, Early Music, MusicVoice) ha ottenuto alcuni fra i piú prestigiosi premi discografici, come il Premio «Franco Abbiati» 2019 dell’Associazione Nazionale Critici Musicali per il CD Responsoria di Leonardo Leo (Deutsche Grammophon-Archiv Produktion) e la nomination per gli International Classical Music Awards - ICMA 2017, nella categoria «Early Music» per gli Armonici entusiasmi di Davide, op. IX, di Giovanni Battista Bassani. Ha registrato per numerose etichette: Naxos, Deutsche Grammophon-Archiv Produktion, Tactus, Stradivarius, Sarx Records, Concerto.

Presente nei maggiori festivals di musica (MITO, Antiqua Bolzano, Pietà dei Turchini, Magie barocche, Oude Muziek, Lisbona, Cantar di pietre, Mantova, A.M.A.MI., Trento Musica Antica), l’ensemble offre una grande varietà di programmi musicali raffinati ed esclusivi, in quanto inediti, che spaziano dalle cantate sacre di Alessandro Stradella ai salmi concertati di Giovanni Battista Bassani, alla «Messa del Granduca» di Tarquinio Merula, alla «Musique du soir» nella Germania del Nord al tempo di Buxtehude, ai «Contrafacta» di Claudio Monteverdi, agli «Affetti devoti» e alle «Compiete» di Giovanni Legrenzi, ai «Responsoria» di Leonardo Leo.

REMA Logo.jpg
Logo EMA.jpg
Foto mia 2a. b:n..jpg

GIOVANNI ACCIAI

 

Riconosciuto unanimemente come uno dei massimi interpreti del repertorio vocale rinascimentale e barocco, Giovanni Acciai si è diplomato in organo, in composizione e direzione di coro e si è specializzato in Paleografia e filologia musicale presso l'Università degli studi di Pavia.

Già direttore del «Coro da camera della RAI» di Roma, è docente di Paleografia musicale presso il Conservatorio «Giuseppe Verdi» di Milano.

È autore di numerosi saggi musicologici e di importanti edizioni critiche di musica vocale e strumentale pubblicate dalle maggiori case editrici italiane e straniere.

Svolge un’intensa attività concertistica e discografica alla guida dei «Solisti del Madrigale» e del Collegium vocale et instrumentale «Nova ars cantandi».
Dal dicembre del 2004 è rappresentante ufficiale per l’Italia del «Choir Olympic Council», organismo internazionale sotto l’egida dell’Unesco per la diffusione della musica e della pratica corale in ogni parte del mondo.

Nel novembre 2015 è stato accolto, come membro individuale, nel Réseau Européen de Musique Ancienne (R:E.M.A.).